News Eventi Farmacia Damioli

AGENDA BEAUTY DI MARZO: SOS CORPO

I mesi di marzo e aprile sono i mesi che portano via l’inverno. Le giornate iniziano ad allungarsi e a farsi via via più tiepide. Poco alla volta iniziamo a scoprirci: via la giacca, via il maglione e in un attimo ci ritroveremo in pantaloncini corti e maglietta.

 

Bello vero?!

 

Se non fosse che, complice il periodo invernale e qualche lockdown di troppo che ha bloccato palestre ed estetiste, ci guardiamo allo specchio ed eccola là: la pelle a buccia d’arancia.

 

A 20 anni il problema cellulite spesso appartiene solo agli altri ma, andando avanti con l’età le cose cambiano: il corpo si modifica, la pelle non è più tesa e la grana della pelle presenta qualche imperfezione. Quegli odiosi buchetti fanno capolino nella zona delle “culotte de cheval”.

 

A questo punto inizia la frenetica ricerca su internet della miglior crema anticellulite, del trattamento miracoloso che in due settimane ti rimette informa, della dieta delle star…ecc.

 

Alt! Se stai leggendo questo articolo e ti ci ritrovi fermati, respira e rifletti un attimo: non lasciare che un’immagine di perfezione condizioni le tue giornate, non affannarti a raggiungere canoni di bellezza imposti dai social. Prenditi cura del tuo corpo perché farlo ti fa sentire bene e non per compiacere gli altri.

 

Fatta questa premessa ora ti spiego due cose sulla cellulite.

 

Dagli anni 70 la cellulite non è più classificata solo come un difetto estetico ma è considerata una patologia.

La cellulite si trova sotto la pelle ed è caratterizzata dall’aumento del volume delle cellule adipose, dove, negli spazi intracellulari si accumulano liquidi (residui dei processi biochimici dell’organismo) in eccesso. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

 

La cellulite può presentarsi in 4 forme in base all’aggravarsi del processo degenerativo, per cui troviamo una cellulite:

MOLLE o FLACCIDA: colpisce persone di mezza età che hanno tessuto ipotonico o in soggetti che variano di peso. Si localizza all’interno delle cosce e delle braccia;

EDEMATOSA: È caratterizzata dalla presenza di una componente idrica come il ristagno liquido dei glutei e del bacino, che conferiscono ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso.

È molto dolente al tatto e spesso anche spontaneamente. È sempre associata ad una cattiva circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori

DURA o COMPATTA: questi tipo di cellulite è la forma più comune e colpisce soprattutto i soggetti in buona forma fisica con una muscolatura tonica poco mobile dove la zona più interessata è spesso dolente e sulla cute compaiono delle smagliature. Si localizza sulle ginocchia, cosce e sui glutei. Raramente dolorosa al tatto o spontaneamente, si accompagna quasi sempre a segni di affaticamento venoso o linfatico di ritorno degli arti inferiori. Si notano: facilità all’ematoma ed alle smagliature, espressione quest’ultima di un disagio delle fibre elastiche del derma (secondo strato della pelle);

FIBROSA: indica che a livello dell’ipoderma e del derma vi è una situazione di ristagno di liquidi ed è caratterizzata da un’organizzazione fibrosa. È la forma considerata più patologica.

 

Le cause possono essere varie. Alcuni fattori non sono modificabili, come la famigliarità, altri invece sono riconducibili al nostro stile di vita. Anche gli sbalzi ormonali, adolescenza e menopausa, possono portare ad una manifestazione più o meno evidente, così come la gravidanza.

 

L’alterazione del microcircolo è alla base della manifestazione, per questo motivo, mantenere una buona forma fisica è il primo consiglio che posso darti per migliorare la situazione. Una dieta ricca di antiossidanti, un po’ di movimento fisico e una perdita controllata e graduale di peso (là dove un esperto lo ritenga necessario) possono andare a migliorare lo stato di salute dell’intero organismo e portare beneficio alla circolazione.

 

Un passo alla volta migliora le tue abitudini.

 

Come trattamenti puoi optare per la pressoterapia oppure un massaggio specifico nel tuo centro estetico di fiducia.

 

A casa puoi adottare una routine (magari serale) che ti aiuti ad allentare le tensioni della giornata sulle gambe: un bagno rilassante che termina con un getto d’acqua fresca sulle gambe per riattivare la circolazione. Utilizza una crema specifica anticellulite per migliorare la texture e la grana della pelle. Spalmala massaggiandola in modo da far penetrare bene tutti gli attivi e favorire il drenaggio dei liquidi.

 

Prenditi cura di te con costanza e ricorda che l’obiettivo è sentirsi bene con te stessa!

 

A cura di: 

FRANCESCA P. 

Responsabile reparto dermocosmetica 

Condividi